Nuovi progetti di volontariato con i profughi presso le residenze per anziani

2018-23 | 18/04/2018

 

ASSB attiva 7 nuovi progetti di volontariato con i profughi presso le residenze per anziani


Dal mese di marzo, presso le residenze per anziani Villa Serena e Villa Armonia, sette giovani profughi hanno iniziato altrettanti progetti di volontariato, mettendo a disposizione le proprie competenze relazionali e dedicandosi in particolare all’attività di animazione con i residenti e a semplici lavori manuali.

Questi progetti di volontariato prendono l’avvio dopo la sperimentazione - partita nel 2016 - del coinvolgimento di persone richiedenti protezione internazionale in lavori sia di tinteggiatura e di piccola manutenzione presso le residenze Don Bosco e di Villa Europa che, nel corso della scorsa estate, in attività a diretto contatto con gli anziani residenti a Villa Serena e Villa Armonia, in particolare da parte di alcune donne ospitate presso Maso Zeiler.

I progetti di volontariato nascono dalla collaborazione tra ASSB e le associazioni Caritas e Volontarius, impegnate nell’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale a livello locale, con la finalità responsabilizzare i giovani migranti e di integrarli nella vita sociale a livello personale e professionale.

Il personale assistenziale trova nei giovani migranti un aiuto nelle attività di accompagnamento delle persone anziane dalla propria stanza ai vari spazi dove si svolgono le attività di gruppo o, con l’arrivo della bella stagione, nei parchi esterni delle strutture. In questo modo, i sette giovani richiedenti asilo, ragazzi e ragazze, che provengono principalmente dalla Nigeria, offrono sostegno agli ospiti e agli operatori e hanno un’occasione per migliorare la conoscenza delle lingue locali nel quotidiano.

Si tratta di percorsi graduali che stanno dando buoni frutti e che mirano al consolidamento delle abilità reciproche. I richiedenti protezione internazionale sono sempre stati accolti positivamente dai residenti anziani e i giovani migranti coinvolti esprimono soddisfazione dell’esperienza fatta, alla pari degli operatori delle strutture che, a diverso titolo, hanno occasione di collaborare con loro.

I progetti di volontariato rappresentano così un’opportunità per costruire delle relazioni positive, tanto che alcuni dei richiedenti protezione internazionale, che hanno già concluso i progetti, hanno successivamente mantenuto i contatti con i residenti delle strutture per anziani dove hanno ben operato.

 

   .

« indietro